Cara Befana…

ho deciso di scriverti, anche se sono passati tanti anni dall’ultima volta che l’ho fatto. Sono oramai un uomo maturo che nella vita ha compiuto tanti sbagli, e ogni singolo errore l’ho pagato e con gli interessi. Sono stato sposato e avevo due figli… avevo perché il primo è morto che aveva sei anni in un incidente stradale in Brasile. L’altro ha preso una brutta strada, alcol, droga, furti, e da dieci anni non si hanno più sue notizie. Quando mia moglie mi ha lasciato, dopo anni di litigi e reciproche accuse per ciò che era accaduto ai nostri figli, ho creduto di poter ricominciare. E ho scoperto di aver sbagliato tutto nella vita, perché mi sono sempre piaciuti gli uomini (cosa che ho sempre negato a me stesso). Ho trovato quasi subito un compagno, ma un altro incidente mi ha strappato anche lui (mi è dispiaciuto, ma fortunatamente non ne ero innamorato).

Due anni fa dulcis in fundo, ho scoperto di avere una rara malattia degenerativa che è scoppiata all’improvviso, dopo essere stata latente in me fino a quel momento e che mi porterà a raggiungere i miei due ragazzi (anche se spero che il maggiore stia bene), non si sa quando. Non ho più nessuno, fatico a lavorare, fatico a compiere i normali atti di vita quotidiana, ma tutti dicono che ho un gran cuore.

Ho voglia, direi bisogno di innamorarmi, e che qualcuno s’innamori di me, prima che sia troppo tardi.

L’ultimo desiderio che ho, e che ti chiedo come regalo, è quello di vivere una storia d’amore, di provare un po’ di felicità dopo tanti anni di dolori, anche solo per pochi mesi… giorni… ore…

So che questo desiderio mio ultimo desiderio difficilmente si avvererà, ma so che questo sarà il mio ultimo Natale di sofferenze…

 

Mi ha colpito, vorrei fare qualcosa ma non so cosa… mi è stata inviata con una mail a tempo…

Lascia un commento